Home » Birre » Belgio

Belgio

clicca sul logo dei birrifici per aprire le nostre selezioni di birre

De Dolle

De Dolle - Birroteca Hamelin

birreria: De Dolle Brouwers
collocazione: Diksmuide, Fiandre Occidentali (Belgio)
anno di fondazione: 1980
mastro birraio: Kris Herteleer
caratteristiche produttive: per molti intenditori la più bella realtà brassicola di tutto il Belgio. La De Dolle rappresenta l'anello di congiunzione fra la corrente più conservatrice belga indissolubilmente legata a ricette e tecniche di produzione di discendenza monastica, e le moderne contaminazioni birraie di matrice anglo-americana che hanno ormai contagiato tutta Europa. Il birrificio produce una gamma di birre davvero di altissimo livello fedelmente rappresentative della mentalità di Kris Herteleer, birraio estroso che pensa in grande e che insieme ai fratelli (definiti dal loro commerciale "i matti" - tradotto "dolle") ha saputo trasformare il vecchio impianto di un birrificio che aveva fallito in una delle più grandi realtà birraie artigianali al mondo. Le birre De Dolle sono tutte di impatto etilico "allegro" e in generale tutte di gran carattere e riconoscibile identità. Le colorate etichette, belle e accattivanti, sono ormai delle imprescindibili icone birraie che i migliori beershop di tutta Europa non possono non avere sui loro scaffali

De Graal

De Graal - Birroteca Hamelin

birreria: Brouwerij De Graal
collocazione: Brakel, Fiandre Orientali (Belgio)
anno di fondazione: 2002
mastro birraio: Wim Sayens
caratteristiche produttive: giovane birreria creata dal nulla da Wim Sayens nel cuore di una bellissima regione definita da molti "Ardenne Fiamminghe". Wim ha studiato chimica all'Università di Leuven e successivamente ha conseguito il dottorato di ricerca in scienze farmaceutiche. La conoscenza del professor Denis De Keukeleire lo iniziò alla conoscenza della birra di grande qualità di cui Wim si innamorò perdutamente. Il professore lo convinse a frequentare la famosa scuola per birrai di Gand e da lì il sogno di Wim di aprire un birrificio diventò una fermissima convinzione. Nasce nel 2002 la piccola birreria De Graal, grazie alla quale Wim cominciò a vendere le sue birre prima a Brakel e ben presto in tutte le Fiandre. Il grande successo delle sue birre lo indusse a ingrandire leggermente l'impianto e oggi il birrificio, nonostante un impianto decisamente inferiore come portata produttiva rispetto a quello della stragrande maggioranza dei birrifici belgi, esporta le sue birre in Italia, Danimarca, U.S.A. e Giappone con eccellenti risultati.

De Ranke

De Ranke - Birroteca Hamelin

birreria: Brouwerij De Ranke
collocazione: Dottignies, Vallonia (Belgio)
anno di fondazione: 1994
mastro birraio: Nino Bacelle
caratteristiche produttive: birreria fondata dai soci Nino Bacelle (birraio) e Guido Devos (commerciale), con l'ambizione di realizzare grandi birre prodotte non certo secondo i canonici stili belgi più tradizionalmente legati ai monasteri, ma guardando allo sviluppo che il moderno mondo della birra artigianale sta adottando, soprattutto in fatto di utilizzo di luppoli poco allineati alla cultura brassicola belga di stampo classico. Inizialmente la produzione veniva effettuata in un impianto che i due soci prendevano in affitto per i fine settimana a Wevelgem, una piccola cittadina nelle Fiandre Occidentali. Per oltre 10 anni i due hanno prodotto le loro birre in questo modo; ma nel 2005 a Dottignies, in Vallonia, la fondazione del loro nuovissimo impianto ha creato le basi per uno sviluppo lavorativo che è andato sempre in crescendo. Il loro amico Yvan De Baets, autore del prezioso volume "Farmhouse Ale" sulla storia delle birre di fattoria, ha mostrato grande interesse per la politica birraia e le tecniche di produzione all'avanguardia di Bacelle e Devos, e davanti alla proposta di prendere parte al progetto De Ranke non ha potuto dire di no, andando così a completare una squadra tecnica e appassionata che in questo momento sta producendo alcune fra le più grandi perle birraie di tutto il Belgio

Glazen Toren

Glazen Toren - Birroteca Hamelin

birreria: Kleinbrouwerij De Glazen Toren
collocazione: Erpe-Mere, Fiandre Orientali (Belgio)
anno di fondazione: 2004
mastro birraio: Jef Van Den Steen
caratteristiche produttive: Jef Van Den Steen, assessore comunale a Mere, e Dirk De Pauw, segretario municipale ad Aalst, scoprirono alla fine degli anni '80 di avere in comune la passione per la birra. Crearono un piccolo impianto da 50 litri che utilizzavano in garage e cominciarono a produrre per hobby. Consci del loro talento ma anche delle loro lacune teoriche, dal 1991 al 1994 frequentarono un corso di tre anni all'istituto CTL di Gent e diventarono ufficialmente "maitres-brasseurs". Da lì la ferma decisione di "vivere di birra" trovò subito la grande occasione per trasformare il sogno in realtà. La Meester di Gaalmarden aveva appena cessato l'attività e buona parte dell'attrezzatura era in vendita a basso costo. Fu così che l'attrezzatura venne acquistata e portata nel nuovo stabilimento fatto costruire da Jef Van Den Steen nel Glazentorenwag di Erpe-Mere (da lì la scelta di chiamare la birreria "Glazen Toren") in quella che successivamente è diventata la sede ufficiale della Kleinbrouwerij De Glazen Toren. L'arrivo nel 2002 di un terzo socio, Mark De Neef, anch'egli di Aalst, crea le basi per l'apertura ufficiale del birrificio con un impianto da soli 500 litri. Dal 2004, anno della fondazione, il successo di questa birreria è inarrestabile e ha comportato, soprattutto con la crescita delle richieste che arrivava dall'estero, un piccolo ingrandimento degli impianti. Oggi alla Glazen Toren vengono prodotte solo grandi birre e la curiosa decisione di incartare le bottiglie anzichè etichettarle ha reso le produzioni del birrificio delle vere e proprie chicche birraie davvero da non perdere

Urthel

Urthel - Birroteca Hamelin

birreria: Brouwerij De Leyerth
collocazione: Ruiselede, Fiandre Occidentali (Belgio)
anno di fondazione: 2000
mastro birraio: Hildegard Van Ostaden
caratteristiche produttive: Hildegard Van Ostaden è una mastra birraia di grande creatività. Nel 2000 a Ruiselede nasceva il suo progetto, sia nella sua componente birraia, sia nella sua identità grafica e strategico/commerciale. Si ispirò alla figura fiabesca dell'ertelino (urthel), un simpatico gnometto protagonista di numerose storie della tradizione fiabesta fiamminga. Decise di creare intorno a questo personaggio il packaging delle sue birre e diede vita alla sua creatura: la Brouwery De Leyerth. Insieme a suo marito Bas cominciò a produrre birra inizialmente seguendo le correnti stilistiche più tradizionali della cultura birraia fiamminga. Ma col passare degli anni i suoi viaggi e le sue esperienze all'estero, compreso il mercato statunitense, l'hanno indotta a studiare nuove ricette e a esercitare sulle sue birre una identità più moderna che rappresentasse un anello di congiunzione fra la tradizione belga e l'emergente mondo dei luppoli extraeuropei. Nel 2006 la crescita esponenziale delle richieste costrinse Hildegard a trasferire la produzione in Olanda, negli impianti della De Koningshoeven a Berkel-Henschot. Di recente la riapertura degli uffici e di buona parte della produzione nei vecchi impianti di Ruiselede ha restituito alla Urthel tutta la sua identità fiamminga

Val-Dieu

Val-Dieu - Birroteca Hamelin

birreria: Brasserie de l'Abbaye du Val-Dieu
collocazione: Aubel, Vallonia (Belgio)
anno di fondazione: 1997
mastro birraio: Benoit Humblet
caratteristiche produttive: piccola birreria di origini monastiche che produce birra dopo aver ripreso antichissime ricette una volta utilizzate presso l'abbazia cistercense di Val-Dieu fondata nel lontanissimo 1216. La produzione all'interno di quella abbazia non fu per nulla semplice e rimase per tantissimi anni circoscritta al consumo locale a causa di una serie di eventi che più volte misero in ginocchio il monastero: dalla semi distruzione a un bruttissimo incendio per finire con l'espulsione dei monaci durante la rivoluzione di Napoleone. Le ricette, i sapori e il modo artigianale di fare birra sono ancora quelli di allora e la gamma Val-Dieu, di reperibilità tutt'altro che facile, è considerata dagli intenditori una delle più importanti fra quelle di origine monastica presenti sul mercato